.:: F A T M I N D _ 1 9 9 9 ::.


andarsene
16 aprile 2006, 17:25
Filed under: racconti
strapiene le panche, in piedi alle pareti, negli angoli ammassati

la scala, la balconata in legno: è pieno

pieno proprio pieno

G.L. Ferretti

lei se ne è andata…un’ ora fa più o meno
e questa casa non è mai stata così piena…piena, piena di me
le
3 stanze dove abbiamo condiviso NOI per 3 mesi si vanno a sostituirsi
con ME, ritornano a rispondere ai miei sguardi…senza che poi debba
sentirmene in colpa…
beh infondo è sempre casa mia no? eri tu
l’intrusa che si era intrufolata dentro, che me l’aveva
trasformata..perchè io non ti ho mai chiesto nulla….
piena..piena,prorpio piena
piena
come i miei cassetti, che hai appoggiato sopra il letto, piena come il
mio armadio dentro cui ti eri accovacciata, come la mia scansia dello
specchio in bagno, dove immaginavi di intrappolare i tuoi giorni..piena
come il frigo, come la libreria, il porta cd…
io, te, noi, esistono?
la
lingua divide le cose in categorie,,,forse solo, credo, per permetterci
di inutire la portata del succedere, dell’accadere…perchè alla fin
fine è tutto un mischiarsi di cose, di corpi..come un’unica immenesa,
voluttosa identità che articola i suoi bisogni nelle situazioni
dell’oggi, nelle sue sfacettature…
– costruiamo la disperazione.- ed ecco NOI
non aveva + bisogno della tranquillità..e ha sfilato il noi da io e te
io…io
da solo sono perfetto…perchè non c’è altra possibilità…devo
esserlo.ho questo riempirsi a cui badare,,,di cui prendermi cura, devo
esserlo..senza nessuno a guardarmi cos’altro potrei essere??
solo?..no
perfetto….
-che palle che sei con ‘ste scappatoie- avresti detto
ma in tutto questo pieno le tue parole non possono + infilarsi…
credo tu avresti voluto fossi stato io ad andarmene..ma la casa era mia..lo sapevi

"non dormo + abbracciato ai tuoi fantasmi.." ebbravo mimì

ho acceso lo stereo..il cd è un vuoto che hai lasciato qui..te lo manderò..
no

ho
rimisurato lo spazio..pare mi servano 3 passi in meno per finire
di percorrere le stanze…si..lo spazio è cambiato..tu mi deridevi per
questo..ma lo sai
per me lo spazio è come il tempo, esiste solo qui,
con me, di là è già un altra cosa..il metro è una cazzata
colossale..triste sentirlo dire da un architetto vero?
me ne sono convinto…ora è tutto come + raccolto, + lento…+ pieno,
che quasi pare collassi,
che quasi sembra esploda…
l’ultima fiammata del tuo andarsene si è trascinata dietro il noi agrappatto a queste cose.
cosa volevi facessi…..
andava riempito

Creative Commons License
fatmind1999 by fatmind1999 is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at fatmind1999.spaces.live.com.

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: