.:: F A T M I N D _ 1 9 9 9 ::.


RECENSIONI UTLIMI FILM
5 marzo 2008, 22:36
Filed under: Senza categoria

NON è UN PAESE PER VECCHI:

visto il nuovo dei coen e sono quasi senza parole
un film spettacolare, densissimo, duro, sarcastico e disincantato come la miglior tradizione dei fratellini vuole…
la trama è abbastanza lineare:

"Lewelyn
Moss trova, in una zona desertica, un camioncino circondato da
cadaveri. Il carico è di eroina e in una valigetta ci sono due milioni
di dollari. Che fare? Llewelyn è una persona onesta ma quel denaro lo
tenta troppo. Decide di tenerselo dando il via a una reazione a catena
che neppure il disilluso sceriffo Bell può riuscire ad arginare. Moss
deve fuggire, in particolare, le ‘attenzioni’ di un sanguinario e
misterioso inseguitore. (da http://www.mymovies.it)"

ma riesce a imbastire un’impalcatura per kermesse di personaggi paurosa;
il
bravissimo Javier Encinas Bardem nei panni dello spietato inseguitore,
un uomo mosso tutto sommato da dei principi anche se assolutamente
raccapricianti,
grandissimo anche Tommy Lee Jones, in una parte che
giutamente molti hanno avvicinato alla sua stupenda prova registica (le
3 sepolture), nei panni di un vecchio sceriffo (il vecchio stanco e
sconfitto gli riesce proprio bene)
e Josh Brolin che incarna li
fuggitivo, un bellissimo personaggio che capisce come mai quali siano
le reazioni che comporta una scelta sbagliata…

a me
infatti pare proprio che sia "la scelta", la vera portagonista, e i
personaggi lì vanno sempre a parare, scelta e reazione… portare
dell’acqua, prendere o non prendere, testa o croce, entrare o meno in
una stanza…
la sapienza dei coen è proprio nel saper incarnare questi personaggio assente… lasciartelo intuire…

un film che mi ha veramente lasciato un segno

LEONI PER AGNELLI:

un film passato un po’ in sordina, ma veramente interessante
la vicenda si svolge tutta in un giorno e coinvolge 3 storie
1)Un professore e un giovane studente a colloquio
2)Due soldati in Afganisthan
3)Un sentatore e una giornalista

in un certo senso quello che unisce il tutto è la guerra, o melgio ancora, le guerre…
la
guerra vista in televisione dal giovane studente.. che disgusta, la
guerra vissuta dai due soldati, la guerra tragica dove il guisto e
sbagliato scompare… c’è solo la guerra… e domina il senso di pietas
per giovani al massacro, la guerra pianificata, immaginata, teorica del
senatore, strategie che dovrebbero, potrebbero, in un futuro magari..
guerra interessata, quasi necessaria per uscire da uno stallo
politico… 3 guerre, o meglio ancora, 2 guerre idealizzate e una
cartina al tornasole…
è un film pesante, a tratti forse un poo’
lento e macchinoso, ma che merita senz’altro d’esser visto per l’acuta
analisi dell’attualità americana, non banale..
per finire vorrei
sottolineare la splendida interpretazione di tom cruise… lo stronzo
arrogante è un ruolo che gli calza a pennello..
ottima anche Meryl
Streep, capace di dare un taglio drammatico alla situaizone dei media
americani..incarnado una navigata giornalista in preda a scrupoli di
coscienza…
non mi è piaciuto molto redford invece, e neache
l’attore che fa il ragazzo stanco e disilluso… forse un po’ il putno
debole di questo cmq ottimo film

SOGNI E DELITTI:

altra visione degli ultimi tempi

"Colin
Farrell e Ewan McGregor sono due fratelli di origine proletaria. Il
primo fa il meccanico, ha il vizio del gioco e un’attrazione fatale per
il whisky, il secondo aiuta il padre al ristorante e coltiva confuse
ambizioni di riscatto sociale. Quando il ricco zio, trasferitosi in
Cina per affari, va a trovarli, i due si precipitano a chiedergli un
prestito per uscire dai rispettivi impasse: uno è infatti nei guai con
i creditori per aver contratto un debito di gioco, mentre l’altro ha
perso la testa per una sensuale, misteriosa e volubile attrice
dilettante, con la quale sogna di trasferirsi a Los Angeles. Lo zio si
rivela disponibile ad aiutarli, ma pone una condizione pesante come un
macigno: sarebbero disponibili a uccidere un suo nemico in affari, le
cui rivelazioni potrebbero costargli la galera? (da www.mymovies.it)"

altro
film secondo me molto molto bello.. i personaggi sono scavati in
maniera perfetta, soprattutto la loro discesa in una inevitabilità
della violenza, dalla quale pare impossibile uscire..
la macchina da
presa di allen è bravissima a collocare la storia dentro la vita di una
londra perfetto sfondo della macabra vicenda… un’accadere quasi
normale.. statistico…soprattutto nel finale
bellissima la prova dei 2 protagonisti, che incarnano appieno la doppia faccia della rimozione…
superfluo
soffermarsi sui richiami dostoijwskieani che sono palesi e
molteplici… delitto e castigo ritorna più e più volte, nel raccondo
di questa duplice espiazione..

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: