.:: F A T M I N D _ 1 9 9 9 ::.


Lettere non spedite 05

Ma
fugge intanto e rapido s’invola il tempo irrevocabile"
Virgilio
– Georgiche



Ti chiederai il perché di queste righe. Il perché , ammesso ci sia,
è terribilmente egoistico e infondo non riguarda quasi per niente
te, il te che sei adesso. Parla a persone che sono sparite, o forse
non ci sono mai state al di fuori del mio immaginarci.
Mi capita
spesso di ripensarti ultimamente, specialmente la notte, ripenso a te
come ad un’immagine, come se pensassi ad una foto o ad un breve
filmato;
E’ uno scatto di quel venerdì notte in ostello a
Firenze, ti ho chiamata ed eri sulla soglia del bagno. Ti sei girata
e mi hai detto seccata
“un
attimo; cazzo!”

con degli occhi stretti e cattivi come non li avevo mai visti, prima
di chiuderti la porta bianca dietro le spalle.
Il
pensiero di quella frase mi fa ancora sorridere: erano gli ultimi
giorni inconsapevoli che passavamo assieme…Penso
spesso anche a questo sai, alle ultime cose in generale intendo.
L’ultima volta che entri in una casa, che magari hai frequentato per
anni, l’ultima volta che parli con qualcuno, che lo incontri o
l’ultima volta che in vita tua vedrai un certo numero di persone in
un certo posto per un certo tempo; come quando si prende il treno o
la metro: non ci pensa nessuno ma tutte quelle persone non si
rivedranno mai più. E’ come se il mondo prendesse una piega verso
l’irreversibile in quell’esatto momento… e succede più o meno di
continuo. 

Che poi ti ricordi perché eri così
scazzata?
Ricordo che aveva appena telefonato Lucia, ma non penso
fosse quello. Forse perché avevo passato la sera a leggere un libro?
Chissà…comunque: sai che ho iniziato a fare un inventario?

L’idea mi è venuta l’altro giorno quando ho provato, non so per
quale caso, a ricordarmi i nomi di tutte le persone che ho conosciuto
nella mia vita da quando ne ho memoria; non sono tantissime come sai,
circa 205.

Per
molti non avevo un nome, solo un viso o una frase o un posto preciso,
un qualche colore della luce in una serata al mare, qualcosa come una
sensazione… per altri nulla se non la convinzione di saperli. La
cosa che mi ha stupito è come di pochissimi ricordi esattamente la
voce o la corporatura…e questa cosa è un po’ triste.

Anche
se probabilmente stai già ridendo, te ne copio degli
stralci:

-Andrea: nascondino sotto casa, fratello di
Dennis, aveva il nintendo, moro alto, diceva stronzo
spesso;
-Annalisa:
mi
ricordava una figurina degli sgorbions, la bambina ricoperta di muco
dentro un panino, intelligente, portava un bustino o qualcosa del
genere;

-Paola: maestra elementare,
cattivissima;
ecc ecc..
.

Poi di
fianco al tuo nome ho scritto, oltre a tante altre cose:

la
sua pelle inodore, bianchissima.”

Si, oltre a tante
cose, che ora non ti dico..ma non sono importanti perchè
probabilmente sono tue ora come saranno di altri e altre tra qualche
tempo, altri e altre che ancora non conosco… perchè per quanto
speciali fossimo, beh c’è sempre una quota di banalità in ogni
cosa, c’è sempre qualcosa che si ripete e non resta unico…Ma se
e quando mi ricapiterà di fare questo elenco, di fianco al tuo nome,
spero ci sia sempre questo da scrivere…ed è solo per te, la foto
esatta di un momento preciso dei miei vent’anni… la tua pelle
bianchissima
. Il
mondo, sai, prende spesso pieghe verso l’irreversibile; beh più o
meno di continuo. Nega le possibili "felicità intraviste",
chiude serrande su piazze assolate… un po’ come ha chiuso la nostra
vita assieme.

Un’ultima
cosa, così chiariamo quella famosa discussione una volta per
tutte(che poi è anche il motivo che mi ha veramente spinto a
scriverti)!!! Beh, non ci crederai, ma il fatto è che avevamo
ragione tutti e due: Il Ponte delle Grazie è il Ponte del
Rubiconte!!! L’hanno
ricostruito nel 1961, il progetto è del Michelucci.

Metafisica solitudine di cemento a tuffarsi nell’Arno… Almeno così
pareva quel venerdì di Dicembre, un po’ di anni fa.  

Creative Commons License
fatmind1999 by fatmind1999 is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at fatmind1999.spaces.live.com

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: